Torino by night: i misteri e le ombre di una città tutta da scoprire

Torino by night è il tour serale che esplora le meraviglie della città. Torino nasconde misteri e leggende, tanti sono i luoghi che raccontano storie di delitti, misteri e angoli bui resi ancora più suggestivi dalle luci soffuse dei lampioni. La Torino gialla è un percorso che ripercorre le tracce degli eventi e dei casi irrisolti avvenuti in città, misteri che hanno segnato la storia dall’ottocento ad oggi. Torino night è un tour che scoperchia uno scrigno di avvenimenti senza un’apparente spiegazione che accresce il fascino di questa città tutta da scoprire.
Torino by night

Torino misteriosa, tra magia bianca e magia nera

Torino misteriosa è il tour che esplora i miti e le leggende del capoluogo piemontese. Notoriamente conosciuta per la Mole Antonelliana, per il museo del cinema e degli egizi, Torino è anche famosa per essere la città esoterica d’Italia, dove alcune componenti storiche e architettoniche sono d’interpretazione massonica. Viene anche chiamata Torino magica, facendo parte del triangolo della magia bianca insieme a Praga e Lione, e della magia nera unendosi con Londra e San Francisco.

Torino magica, viaggio tra alchimia e arte divinatoria

L’appellativo Torino magica parte dalle origini egizie della città (si narra che sia stata fondata dal figlio di Iside, la dea della magia), dove miti dell’arte esoterica si fondono con la massoneria. Secondo la legenda Torino fu fondata dove si incontrano il fiume Dora e il Po, centro del culto del Dio Api che aveva le sembianze di un toro. Il simbolo di Torino, infatti, è proprio il toro, la cui effige è collocata a Piazza San Carlo Borromeo. Con il tour Torino by night i turisti potranno seguire la tradizione di calpestare gli attributi dell’immagine taurina per chiamare a sé la fortuna.
 
Torino magica
Perchè Torino magica? Iniziano dai cinque edifici costruiti dalla famiglia Savoia: Reggia di Venaria, Castello di Moncalieri, Castello di Rivoli, Basilica di Superga e Riserva di caccia di Stupinigi (rappresentati in figura a partire da sinistra).

Disegnando delle linee immaginarie tra un edificio e l’altro si ottiene un pentacolo, da sempre considerato un simbolo esoterico, tesi avvalorata dall’architetto austriaco Mueller.


Si dice che Nostradamus, il Conte di Saint Germain, Cagliostro e Fontanelli siano stati ospiti della città ed è il luogo di nascita di Gustavo Adolfo Rol, uno tra i più noti e controversi veggenti della storia.

Torino magica tour, dove risiede davvero la magia?

Il tour Torino magica prevede due tappe fondamentali nei centri nevralgici della magia bianca e della magia nera. La zona positiva ha il suo cuore in Piazza Castello, vicino ai grandi simboli di Torino: la Sindone nel Duomo, la Grande Madre e la Mole Antonelliana. La zona oscura, invece, è proprio dove tramonta il sole nella zona di Piazza Statuto. Come abbiamo detto la città sorge tra due fiumi che sembrerebbero scorrere in correnti energetiche opposte, una positiva e l’altra negativa.  

Torino esoterica tour, quali sono i luoghi da visitare

Piazza Statuto e l’angelo Lucifero: centro della zona oscura della Torino esoterica, dove i romani avevano collocato la necropoli e il patibolo per giustiziare i criminali. È una zona dove regna l’oscurità, dove proprio al di sotto della fontana si trovano lo snodo centrale delle fogne, che nell’antichità venivano chiamate bocche dell’inferno (cloache).
La fontana dedicata alle vittime del traforo Frejus, rappresenta il sacrificio degli uomini che hanno dedicato la loro vita alla scienza e alla tecnologia. Il particolare che però lega questa fontana all’esoterismo è la statua principale, che raffigura un angelo con una stella a cinque punte sulla fronte, spesso identificato come Lucifero. Inoltre, la fontana è rivolta verso la Torino Bianca e non in direzione del Frejus.

Rondò della Forca e Piazza Solferino: il percorso continua nella piazza dove si trova la Fontana delle Quattro Stagioni. Secondo la Chiesa Cattolica le figure rappresentate sarebbero d’ispirazione massonica. Massoneria Torino sono due termini che viaggiano a stretto contatto e i numerosi simboli collegati al mondo dell’esoterismo sono disseminati attorno alla piazza e soprattutto nella fontana, che rappresenterebbe il percorso di iniziazione massonico per arrivare alla vera conoscenza. 
Il Rondò della Forca prende il nome tra la metà e la fine del 1800, a causa delle esecuzioni capitali che avvenivano in questo luogo, più vicino alla prigione e abbastanza grande per accogliere un alto numero di spettacoli. Dove una volta c’era il patibolo adesso sorge la statua dedicata a San Giuseppe Cafasso, il prete che sosteneva spiritualmente i detenuti condannati a morte.

Il tour della Torino misteriosa prosegue verso il palazzo Trucchi di Levaldigi, vecchia sede della Reale Fabbrica di Tarocchi la cui porta viene chiamata Portone del Diavolo. Molte teorie ipotizzano che sia stata installata in una sola notte e che gli intarsi ricchi di motivi floreali, dove al centro appare il diavolo con due serpenti, sia opera del demonio stesso. 
Il palazzo è anche famoso per essere stato la scena del crimine di alcuni delitti, mai risolti. In particolare la morte di una donna durante una festa, pugnalata fino alla morte senza risalire al colpevole o all’arma del delitto. Altra leggenda parla di un soldato in possesso di documenti segreti che avrebbe varcato la soglia scomparendo nel nulla. I resti furono ritrovati oltre venti anni dopo in un’intercapedine.
 
Monumento traforo del Frejus Torino magica
Piazza Statuto e l’angelo Lucifero. Monumento dedicato alle vittime del traforo del Frejus
Fontana delle Quattro Stagioni Torino magica
Fontana delle Quattro Stagioni, uno dei simboli dell'iniziazione massonica a Piazza Solferino
Portone del diavolo Torino esoterica
Il Portone del Diavolo a palazzo Trucchi di Levaldigi, ex sede della Reale Fabbrica di Tarocchi

Torino bianca, non solo ombre nel tour della città

Ci sono molte leggende che uniscono Torino alla fede. Molte piazze e statue sono infatti dedicate alla Madonna e alla religione cristiana. La parte bianca di Torino, infatti, nasconde simboli e misteri altrettanto affascinanti. In Piazza San Carlo è custodita la Sacra Sindone e di fronte la Chiesa della Grande Madre di Dio, si trova la statua di Vittorio Emanuele I che indicherebbe il luogo in cui è nascosto il Santo Graal.

Scoprite il fascino della città di notte ancora più misteriosa e magica quando le luci spengono il giorno e accendono la notte. Un insolito ed esclusivo tour che vi mostrerà la faccia più affascinante e meravigliosa della città, comodamente seduti su un'elegante vettura con autista, con brindisi finale di spumante piemontese dalla terrazza più panoramica di Torino.
Tour Torino by night
Brindisi di notte a Torino
Piazza Castello
Il tour può essere personalizzato in base alle richieste ed esigenze del cliente,
con prelievo direttamente dall'hotel, all'orario che desiderate